Operazione all’anca Treviso

Dott. Ferdinando Cendon
Operazione all’anca TrevisoTutte le volte in cui non sono sufficienti i tradizionali trattamenti conservativi, diventa necessario ricorrere a un intervento di chirurgia protesica all’anca, che costituisce una delle zone anatomiche più a rischio dell’intero apparato scheletrico.

Operazioni del genere sono indicate in presenza dei casi più avanzati di degenerazione, per i quali è indispensabile sostituire l’articolazione con una protesi in lega di titanio.
La porzione articolare vera e propria è costituita invece da leghe speciali, come ceramica oppure cromo-cobalto, spesso in associazione con politilene.

Attualmente quasi tutte le protesi sono modulari, in quanto formate da parti distinte che vengono poi assemblate per ricostituire la porzione anatomica logorata.

Il principale obiettivo da raggiungere è quello di adattare al meglio questo dispositivo all’anatomia del paziente, per consentirgli di non rigettare la protesi.

Il dottor Ferdinando Cendon, specialista in chirurgia ortopedica, si occupa di chirurgia della spalla, del ginocchio, dell’anca e della mano, con particolare riguardo all’impiego di protesi che spesso rappresentano l’approccio terapeutico migliore per risolvere numerose patologie invalidanti.

Utilità di un’operazione all’anca Treviso

Con il passare degli anni, le anche tendono a usurarsi a livello del rivestimento cartilagineo a contatto con la testa del femore, causando una progressiva limitazione della capacità deambulatoria.

I più comuni fattori eziologici di tale condizione sono l’osteo-artrosi e la necrosi derivante da ischemia; in entrambi i casi è necessario intervenire con tempestività per evitare che la patologia degeneri progressivamente.

Tenendo conto che la vita media si è notevolmente allungata, è piuttosto diffusa la comparsa di simili patologie articolari.

Nello stesso tempo, anche i giovani possono trovarsi nelle condizioni di doversi sottoporre a un’operazione all’anca Treviso, ad esempio in seguito a incidenti o traumi di varia natura.

L’anca è una delle più importanti articolazioni dello scheletro, poiché, essendo collegata ai femori, consente la deambulazione.

L’utilità di questi interventi è finalizzata quindi al movimento degli arti inferiori che, mediante il collegamento tra femore e bacino, permettono all’individuo di camminare normalmente.

Tecniche dell’operazione all’anca Treviso

Ampiamente utilizzata nel settore protesico, la chirurgia mininvasiva viene considerata la tecnica ideale in quanto riduce il trauma chirurgico, dato che la muscolatura non rimane coinvolta.

Pertanto, il decorso post-operatorio è notevolmente velocizzato, e la ripresa delle funzioni fisiologiche è molto più breve.

Grazie al fatto che tale interventistica lascia piccole cicatrici, spesso invisibili, i pazienti riprendono rapidamente la loro vita normale e anche il percorso riabilitativo è particolarmente agevole.

Le protesi, che sono scelte in base ad attenti criteri di biocompatibilità, assicurano una durata minima di almeno 15 anni.